Gadget e Gadget, non solo semplici regali.

Con quali metodi si personalizzano i prodotti promozionali, quali sono le tecniche a disposizione?

La scelta della tecnica di personalizzazione dipende da diversi fattori: materiale, forma e finalità di utilizzo dell’articolo. Elenchiamo di seguito in modo sintetico quali sono le più comuni e utilizzate forme di personalizzazione:

Tampografia

Si tratta di una tecnica di stampa indiretta che permette impressioni a più colori, giusta scelta per gadget di dimensioni medio-piccoli e in particolare per oggetti con superfici non lineari piane quali: matite, penne, coltellini, interni di orologi, borracce, accendini, righelli, portachiavi, chiavette usb, busssole, torce, cavatappi, apribottiglie, palline da golf, occhiali.

Serigrafia

Procedimento utilizzato per la stampa a uno o più colori in cui l’inchiostro passa attraverso un tessuto di seta con trama rada, bloccato su un telaio di legno e reso impenetrabile con un procedimento chimico nelle sezioni che non devono essere stampate. Consigliata per l’abbigliamento, per molti tipi di tessuto, in particolare su prodotti piani tipo calendari, agende, borse, shopper e per articoli che devono subire lavaggi o esposizioni prolungate alla luce del sole.

Sublimazione

Questa tecnica di stampa si basa su uno speciale foglio transfer stampato a colori con inchiostro sublimatico. La stampa viene poi trasferita sull’oggetto per contatto tramite una termopressa. Per ottenere il risultato su forme tondeggianti occorrono delle termopresse con piastre riscaldanti della medesima forma. E’ l’ideale per stampare tazze, prodotti tessili come le t-shirt e l’abbigliamento da lavoro: pantaloni, giubbotti, felpe e magliette.

Incisione Laser

L’incisione laser è una tecnologia moderna che sostituisce la famosa incisione a mano. L’oggetto viene investito così fortemente dal calore dal raggio laser tanto da venir inciso secondo la programmazione del computer con la lettura del file del logo. A volte il calore cambia il colore e crea una traccia a contrasto, a volte incide direttamente nel metallo, nel legno o nelle materie plastiche. La traccia che lascia il laser sugli oggetti è permanente e resiste molto bene ad eventuali abrasioni. Viene utilizzata per personalizzare gadget di metallo quali: borracce, penne, targhe, astucci, portachiavi, coltellini,
usb ke, ciondoli, apribottiglie, tirabusciò, posate in legno e metallo.

Stampa Digitale

L’oggetto viene stampato da una stampate ink jet e viene poi fissato in modo forte e permanente sul pezzo con l’esposizione ai raggi UV. Questo metodo è valido per personalizzare oggetti in multicolor o quadricromia. Attualmente le nuove tecnologie hanno realizzato macchine in grado di personalizzare con stampe fino a 6 colori qualsiasi tipo di oggetto, dall’abbigliamento per il tempo libero, all’abbigliamento da lavoro, fino ad arrivare a qualsiasi tipo di oggetti e di gadget.

Ricamo

Questa tecnica riguarda il settore tessile e nel nostro caso l’abbigliamento da personalizzare. Il risultato a uno o più colori si ottiene grazie a delle macchine ricamatrici a più teste, ogni testa porta un colore di filo. Si possono gestire tutti i tessuti, il risultato è molto resistente e consente di ottenere risultati di alta qualità. E’ la soluzione ideale per l’abbigliamento in generale. Nel nostro settore il ricamo si usa principalmente per capi come polo, camicie, felpe e cappellini.